IL GIOCO DELLE DOPPIE

15,90 Iva Inclusa

Pensato per i bambini che imparano a leggere e scrivere ed esercitano la capacità di ascolto e di riconoscimento delle lettere “doppie” all’interno delle parole. E’ indicato a integrazione del lavoro scolastico con gli studenti con DSA (Disturbi Specifici dell’Apprendimento), particolarmente affaticati rispetto alla scrittura e lettura se DISLESSICI o DISORTOGRAFICI.
È stato sperimentato a lungo con grande divertimento e buoni risultati rispetto alla competenza ortografica dei bambini che l’hanno usato.

***Con il gioco anche il libro: RADDOPPIAMO***

ISBN: 9788898438181

Disponibile

Descrizione

Autrice: Maria Benincasa
Editore: Fabbrica dei Segni
Collana: Giochi per Crescere
Età: 7+
Giocatori: 2-4
Tematica: stimolazione delle funzioni cognitive
Formato: gioco educativo in scatola con miniguida


FUNZIONI
Abituare i bambini al gioco attivo – dare spazio e tempo al divertimento – stimolare le funzioni cognitive (attenzione, linguaggio, logica, prassie) – stimolare le relazioni sociali e il piacere di stare insieme – offrire un’alternativa a TV e giochi elettronici – prevenire le difficoltà di apprendimento.

CONTENUTO
– 1 Tabellone con il percorso a caselle di 3 colori (rosso, verde e blu)

– 4 pedine – segnaposto di diverso colore
– 54 CARTE PAROLA verdi 
– 26 CARTE DIFFICOLTÀ rosse, delle quali 5 sono CARTE AIUTO
– 1 dado a 6 facce e 3 colori (rosso, verde e blu)

– 1 blocco notes
– 1 matita
– 1 temperamatite

COME SI GIOCA
Il gioco delle doppie è un gioco da tavolo in cui si fa a gara a chi arriva per primo al traguardo, su un percorso raffigurato su un tabellone, conquistando passo passo la via grazie alla lettura e scrittura corretta di parole con le consonanti doppie.

E’ molto semplice nella grafica e nelle procedure di gioco ed è stato realizzato tenendo conto non solo della necessità di esercizio sulle consonanti doppie, ma anche della dimensione del divertimento: fare una gara per arrivare primi al traguardo, svolgere azioni diverse dalla lettura o scrittura di parole, rispettare il proprio turno e utilizzare gli aiuti previsti, sono tutte cose che rendono un valido strumento per affrontare insieme le proprie fatiche nell’apprendimento.
Per questo motivo è anche indicato a integrazione del lavoro scolastico con gli studenti con DSA (Disturbi Specifici dell’Apprendimento), particolarmente affaticati rispetto alla scrittura e lettura e DISLESSICI o DISORTOGRAFICI.

BIOGRAFIA DELL’AUTRICE
Maria Benincasa è docente di scuola primaria. Si occupa da anni di DSA e didattica innovativa.
Contatti
eMail
: benincasa.maria@virgilio.it

Ti potrebbe interessare…