AVVENTURE FILOFAVOLOSE Il Viaggio di Giuditta dalla testa ai piedi

14,00

In queste Filosofavole sono le parti del corpo stesse a ribellarsi e animandosi o, in alcuni casi, rianimandosi ci raccontano di verità, aspettative, compiacenza provando a ribaltare i punti di vista precostituiti, ponendoci domande che aldilà del mentale inscenano il loro conflitto in un punto specifico del nostro corpo perché le Filosofavole sanno che pensieri ed emozioni hanno la stessa casa: il corpo, per l’appunto, che come nostra casa va amato e curato.

ISBN: 9788832861426

Descrizione

Autrice: Stefania Spanò
Illustratrice:Caterina Ardizzon
Editore: Fabbrica dei Segni
Collana:Filosofavole
Numero di pagine: 48
Formato: 22 x 22 cm
Età di lettura: 9+
Tematica:corpo, filosofia, mente


L’idea alla base di questo libro è individuare un concetto filosofico e metterlo in scena attraverso una metafora visiva, animando cioè una parte del corpo così da rendere accessibile la complessità senza semplificarla.

È il tentativo di familiarizzare con i concetti senza indottrinamenti superflui come, per esempio, ricordare al lettore a chi appartengano.
Si pensa con tutto il corpo, non solo col cervello! Ascoltare i segnali che ci inviano i nostri sensi è fare un viaggio dentro se stessi, alla scoperta delle proprie emozioni. Comprendere ciò che proviamo ci è utile a riconoscere i nostri bisogni e quelli degli altri.

Da educatrice e insegnante imparo ogni giorno che i bambini hanno già dentro di loro gli strumenti per ribaltare il punto di vista degli adulti. Sono già filosofi senza saperlo. Dobbiamo infondere loro la fiducia necessaria a metterci in discussione, contestarci, disobbedirci.

BIOGRAFIA
Stefania Spanò
è insegnante di sostegno, doppiatrice, attrice e interprete lis. Si laurea in semiotica presso l’Università degli studi di Napoli L’Orientale con una ricerca sugli universali di linguaggio nel rapporto tra il montaggio eizensteniano e la cinematicità delle lingue segnate. Conduce con l’associazione Partaking workshop internazionali rivolti a grandi e piccoli su disabilità
sensoriali, poesia visiva, scrittura creativa e teatro di narrazione. Con il progetto teatrale Le Cuntastroppole porta in giro i racconti della tradizione di famiglia e quelli scritti di suo pugno.

Caterina Ardizzon è un’Artista veneziana, le sue illustrazioni sono caratterizzate da linee semplici e colori vivaci, e richiamano l’onirico. Si laurea in design al Politecnico di Milano con una specialistica in design sostenibile alla Bournemouth University (UK), diventa facilitatrice di processi partecipativi in ambito sociale e nel settore del cohousing. Si forma come attrice presso il CCI
Policardia Teatro diretto da attori provenienti dal Théâtre des Bouffes du Nord di Parigi (Peter Brook) e collabora a diversi progetti teatrali; nel 2019 debutta con “Il Mercante di Parole”, spettacolo di cui è autrice e interprete. Ora vive a Firenze dove porta avanti la sua attività di illustratrice e grafica per progetti teatrali, associazioni culturali, aziende e privati.

Ti potrebbe interessare…