TROVAPAROLE

12,00 Iva Inclusa

Uno strumento maneggevole, semplice e ludico per acquisire dimestichezza con i fonemi e comporre parole

Disponibile

Descrizione

Autore: Claudia Ferraroli
Editore: Fabbrica dei Segni Editore
Collana: Giochi per crescere
Anno di pubblicazione: 2016
Età: 6+
Tematica: gioco in scatola

Contenuto:

  • 30 carte verdi + 1 divisorio verde.
  • 24 carte rosse + 1 divisorio rosso.
  • 10 carte arancioni +1 divisorio arancione.
  • 16 carte viola + 1 divisorio viola.
  • 10 carte grigie + 1 divisorio grigio.
  • 6 carte blu + 1 divisorio blu.
  • 36 carte gialle + 1 divisorio giallo.
  • 4 carte jolly: 1 CARTA JOLLY ROSSA + 1 CARTA JOLLY BLU + 1 CARTA JOLLY GIALLA + 1 CARTA JOLLY ARANCIONE

Una pratica scatola comprendente 136 carte per giocare con i fonemi e comporre parole bisillabiche o trisillabiche.
I fonemi sono suddivisi in occlusivi, nasali, laterali, vibranti, fricativi ed affricati e distinti attraverso un uso diverso del colore.
Pratici divisori colorati permettono di distinguere facilmente i gruppi fonemici presenti e decidere di conseguenza se utilizzare tutto il mazzo di carte o solo alcune di esse.
Con le carte sono proposti due giochi, ma questo non vieta che se ne possano inventare altri, frutto della immaginazione dei bambini e degli adulti che lo utilizzeranno.
Il Trovaparole carte si propone come strumento compensativo e ludico, particolarmente utile per logopedisti ed insegnanti, in quanto stimola nel bambino l’analisi visuo-percettiva e quella uditiva-percettiva, la competenza linguistica con il potenziamento del lessico e del vocabolario, le abilità di lettura, in particolare la traduzione grafema-fonema e la fusione sillabica, il potenziamento del conteggio, di numerazione e di calcolo, la capacità combinatoria dei grafemi e delle sillabe e la memorizzazione visivo-uditiva.

COME SI GIOCA

Primo gioco:
per 2-6 giocatori
Distribuire ad ogni giocatore 10 carte. Il restante mazzo va posizionato sul tavolo e la carta più in alto, una volta scoperta, va posizionata a fianco del mazzo.
L’obiettivo del gioco è esaurire tutte le carte in mano per comporre parole bisillabiche o trisillabiche con i fonemi contenuti nelle carte. Ogni carta prevede due fonemi : uno posizionato nella parte superiore e una in quello inferiore. Si possono usare entrambi indifferentemente.
Le parole composte si posizionano sul tavolo e gli altri giocatori possono affiancare uno più carte per comporre nuove parole. Se non si hanno parole da proporre, si pesca dal mazzo.

Secondo gioco:
per 2 giocatori
Si utilizza tutto il mazzo ad eccezione delle carte gialle ( trisillabiche). Il restante gruppo di carte va diviso equamente in due parti.
Ogni giocatore mette sul tavolo una carta alla volta e confrontandola con quella dell’avversario, scopre se le due carte insieme compongono una parola di senso compiuto. Se così fosse , ritira entrambe le carte il bambino proprietario del fonema che dà inizio alla parola.
Vince chi accumula il maggior numero di carte.

Introduzione della Dott.ssa Elena Giudici Logopedista
Il gioco presente in questa pratica scatola rappresenta un valido supporto alla riabilitazione clinica dei disturbi legati alle difficoltà dell’apprendimento scolastico quali la Dislessia e la Disortografia, ma anche a fragilità ascrivibili a ritardi nello sviluppo del linguaggio (di tipo primario e secondario) o a difficoltà dell’articolazione.
Si tratta, a mio avviso, di uno strumento che può essere letto come compensativo e ludico, estremamente duttile poiché fruibile non solo all’interno del setting terapeutico/riabilitativo, ma anche a casa e a scuola.
Il gioco sembra crescere con e per il bambino accompagnandolo nelle diverse fasi evolutive e stimola più abilità:
– L’analisi visuo-percettiva.
– La competenza linguistica, il potenziamento del lessico e del vocabolario.
– Le abilità di lettura; in particolare la traduzione grafema/fonema e la fusione sillabica.
– Il potenziamento del conteggio, di numerazione e di calcolo.
– La capacità combinatoria dei grafemi e delle sillabe.
– La memorizzazione visivo-uditiva.

Nota Biografica:
Claudia Ferraroli nasce a Monza il 13 agosto 1969.
Laureata in Filosofia ad indirizzo psicologico presso l’Università Statale di Milano, consegue un master triennale con lode in pedagogia clinica a Firenze. E’ iscritta all’albo dei pedagogisti clinici gestito dall’ANPEC (associazione nazionale pedagogisti clinici).
Svolge l’attività di educatrice nell’ambito del recupero delle tossicodipendenze, dell’alcolismo e con soggetti con problematiche di tipo psichiatrico, per poi approdare all’insegnamento ed alla formazione. Propone laboratori con metodi di carattere artistico e letterario. Collabora come pedagogista con diverse cooperative ed associazioni.
Scrive libri per bambini, a volte illustrandoli, oltre all’ideazione di giochi creativi per Fabbrica dei Segni Editore, le edizioni centro studi Erickson e la medusa editore.

Clicca qui per contattare l’autrice Claudia Ferraroli

Clicca qui per entrare nel sito di Claudia Ferraroli

icona-facebook.jpgFacebook Autrice Claudia Ferraroli

Tutorial Libri & giochi creativi Claudia Ferraroli.