Training Cognitivo Anti-Età

12,0016,00 Iva Inclusa

Programma annuale in 4 Moduli dedicato agli over 55 con questionario di autovalutazione della difficoltà e profilo di debolezza cognitiva.

 

ISBN volume 1: 9788832862676
ISBN volume 2: 9788832862683
ISBN volume 3: 9788832862690
ISBN volume 4: 9788832862706

Descrizione

Titolo: Training Cognitivo Anti Età
Autrici: Carla Stangalino, Valentina Miramonti
EditoreFabbrica dei Segni
Formato: A4 – 21 x 29.7 cm
Numero di pagine: 88
Materia: Longevità cognitiva
Destinatari: Adulti over 55 anni


Programma annuale in 4 Moduli dedicato agli over 55

Con questionario di autovalutazione della difficoltà e profilo di debolezza cognitiva.

Non è una raccolta di giochi enigmistici! Si tratta piuttosto di un programma di training cognitivo ideato sulla base della più recente letteratura scientifica: 52 settimane di esercizi a difficoltà lievemente crescente, strutturati in set preordinati di attività che stimolano quattro categorie cognitive (memoria, funzioni esecutive, linguaggio, abilità visuo-spaziali e visuo-motorie).
L’estrema diversificazione nella tipologia degli esercizi, la grafica accattivante e la presenza di prove creative favoriscono il mantenimento di un’elevata motivazione; colorama, mandala e gli inediti “puzzle virtuali” aggiungono invece un po’ di relax e divertimento.

Particolare elemento di novità è l’inserimento di un questionario di autovalutazione della difficoltà cognitiva percepita, attraverso il quale sarà possibile ottenere un profilo di efficienza distinto per i diversi domini cognitivi.
È destinato ad adulti senior in condizione di normalità cognitiva o affetti da minime difficoltà; consigliato anche ad operatori della riabilitazione cognitiva come strumento integrativo di lavoro in seduta o al domicilio.

BIOGRAFIA
Carla Stangalino – Si laurea in Psicologia a Padova, poi consegue il PhD in Psicobiologia e la Specializzazione in Psicologia Clinica e Psicoterapia presso l’Università di Milano. Per diversi anni collabora con l’Istituto di Scienze Biomediche dell’ateneo milanese, perfezionandosi nello studio delle demenze degenerative sotto la guida del maestro Hans Spinnler. Lasciato il ruolo di ricercatrice a contratto, e varie pubblicazioni scientifiche alle spalle, continua a lavorare come consulente clinico e scientifico presso diversi Enti ed Istituzioni (pubblici, privati e no-profit), ampliando nel tempo il proprio ambito di intervento alla progettazione di spazi e servizi dedicati alla continuità di cura e supporto per le persone affette da deficit cognitivi e loro familiari. Negli ultimi anni si appassiona allo studio dei fattori correlati alla prevenzione primaria e secondaria dell’invecchiamento cognitivo, per cui avvia, insieme alla collega Valentina Miramonti, un progetto di promozione della longevità cognitiva denominato “Smart Aging – Invecchiare con intelligenza”.

Valentina Miramonti – Laureata in Psicologia Clinica e Neuropsicologia all’Università degli Studi
di Milano-Bicocca. Ha conseguito la Specializzazione in Psicoterapia Cognitivo-Costruttivista a
orientamento Mindfulness e completato il corso di Perefezionamento in Psicofisiologia e Neuroscienze Cognitive. Da anni si occupa di valutazione clinico-diagnostica e counseling psicologico in pazienti affetti da patologie neurodegenerative e neuro-oncologiche; in questo ambito è co-autrice
di alcune pubblicazioni scientifiche in tema di benessere e qualità della vita. Attualmente lavora
presso un’azienda ospedaliera del milanese.
Insieme alla collega Carla Stangalino dà vita al progetto di promozione della longevità cognitiva
denominato “Smart Aging – Invecchiare con intelligenza”.

COLLANA
La medicina moderna, ispirandosi all’approccio della biologia positiva, ha spostato il fulcro della ricerca dalle malattie alla condizione di benessere che le precede, cercando di comprendere quali fattori contribuiscano a favorire un invecchiamento di successo. In quest’ottica, diventa centrale l’attività di prevenzione, la quale è soprattutto dedicata ad identificare i fattori protettivi modificabili,
cioè non determinati geneticamente, ma dipendenti dallo stile di vita.
Negli ultimi decenni, una parte consistente della ricerca medica si è dedicata allo studio dei fattori che condizionano, in senso protettivo o peggiorativo, il processo di invecchiamento cerebrale allo scopo di ridurre il rischio di sviluppare demenze o deficit cognitivi tra la popolazione senior. In effetti, gli studi sembrano offrire risultati promettenti, confermando un ruolo protettivo significativo di alcuni fattori legati alle abitudini di vita (ad esempio, alta scolarizzazione in giovane età, aver svolto lavori od attività extra-lavorative intellettualmente impegnative, mantenimento a tutte le età di un buon livello di stimolazione fisica e cognitiva, mantenimento di una buona socialità,
azione combinata di esercizio fisico e training cognitivo).
Da queste considerazioni è nata l’idea di creare una collana editoriale interamente dedicata alla promozione della longevità cognitiva.
La collana, destinata ad adulti senior e ad operatori del settore, comprende testi divulgativi
di approfondimento-aggiornamento sull’argomento e proposte concrete di training cognitivo e stimolazione.

Informazioni aggiuntive

Volume

Volume 1, Volume 2, Volume 3, Volume 4