giochi educativi

Giochi educativi

Stare insieme, giocare, divertirsi e imparare sono gli obiettivi di questa serie di giochi educativi, ideati da specialisti dell’età evolutiva. Vengono proposti come valida alternativa alla TV e ai giochini elettronici, troppo spesso utilizzati per intrattenere i bambini e causa di impoverimento delle loro capacità pratiche e sociali.

giochi educativi

I principi pedagogici sui quali si basano sono:

Il rispetto dell’immaturità dei bambini, sono piccoli e hanno tutto il diritto di sbagliare fare e rifare, essere aiutati a crescere

Il diritto alla cura dell’intelligenza sociale, emotiva e logica dei bambini fondamentale quanto le cure fisiche e l’alimentazione

Il rispetto delle tappe di sviluppo del bambino , ogni attività e proposta ha un tempo adatto nella crescita del bimbo

Il diritto alla protezione dal mondo degli adulti: la realtà è complessa e non è necessario spiegarla ai bimbi “tutta e subito”, meglio seguire i loro interessi e le loro possibilità di comprensione

La protezione dei bambini dall’eccessiva stimolazione mediatica: gli stimoli audiovisive eccitano i bambini senza permettere la naturale scarica energetica dell’azione

La valorizzazione del gioco, naturale dimensione dello sviluppo del bambino: è spazio di libertà e autonomia, fonte di piacere, strumento di apprendimento e mediatore delle relazioni sociali

La difesa della creatività, dell’immaginazione e della fantasia in quanto le capacità umane sono più ampie e anche più importanti del solo pensiero razionale

La valorizzazione del processo di sperimentazione e della naturale curiosità dei bambini, gli errori e l’autocorrezione favoriscono l’apprendimento.

Scopri tutti i giochi educativi GIOCARE PER CRESCERE!


L’équipe di ABPSI onlus è composta da
psicologi–psicoterapeuti, psicomotricistI, logopedistI,
pedagogiste e neuropsicologhe, specialisti dell’età evolutiva.
Oltre a servizi di terapia, propone da ormai quindici anni
una costante ricerca in ambito preventivo.
ABPSI onlus cooperativa sociale a.r.l. • www.abpsi.it • info@abpsi.it

La metodologia utilizzata per realizzarli

è basata su:

  • attenta valutazione delle funzioni mentali e pratiche coinvolte nel gioco
  • lunga sperimentazione dei prototipi con i bambini della fascia d’età interessata, da parte di specialisti con diverse competenze
  • dal più semplice al più complesso: procedure di giochi educativi in progressione di difficoltà
  • molti modi d’uso: possibilità di diversi impieghi dei giochi
  • utilizzo di sistemi di autocorrezione perché il bambino si accorga da solo dell’errore, per riprovare e trovare la soluzione
  • figure e forme semplici e ben definite, salvo i casi in cui si voglia stimolare l’ideazione visiva [pensare l’immagine a partire dall’interpretazione dei dati visivi]
  • scelta di un materiale naturale: il cartone resistente, piuttosto che la plastica, per favorire il contatto e la stimolazione manuale

Le finalità generali dei giochi sono:

– abituare i bambini al gioco attivo

– dare spazio e tempo al divertimento

– stimolare le funzioni cognitive [attenzione, linguaggio, logica, prassie*]

– stimolare le relazioni sociali e il piacere di stare insieme

– offrire un’alternativa a TV e giochi elettronici

– prevenire le difficoltà di apprendimento