Le bandiere tra storia, immagine e identità

Il primo libro che introduce alla comprensione delle bandiere

Nasce a Bollate la prima pubblicazione che racconta i segreti delle bandiere che ha come proposito quello di accattivarsi l’interesse dei ragazzi e, perché no?, anche dei più grandi.
Lunedì 30 gennaio alle ore 21 presso la Biblioteca di Bollate (piazza C. Alberto dalla Chiesa, 30) per la rassegna “Ci vediamo lunedì” Flavio Livio Marchetto e Roberto Fanello, un bollatese e un milanese doc, presenteranno il loro libro intitolato “Le Bandiere raccontano…”.
Per l’occasione la sala sarà abbellita con una selezione di bandiere del mondo scelte per la loro vivacità di colori e per l’importanza delle storie che testimoniano.
I due vessillologi cercheranno di trasmettervi la loro passione per le bandiere raccontandone la loro avventurosa storia e rispondendo alle vostre curiosità.
Abbiamo intervistato i due scrittori e studiosi, riconosciuti a livello nazionale e internazionale.
«Cos’è che vi ha spinto allo studio delle bandiere?»
Flavio Livio Marchetto: “È una passione che mi è nata già nei miei primi 5 anni di vita quando, passeggiando sulla carrozzina con mia mamma, rimanevo incantato alla vista della bandiera sudafricana, che sventolava sul faro, davanti a casa mia.”
Roberto Fanello: “Da sempre appassionato di geografia e storia, nelle bandiere ho trovato un fantastico strumento di sintesi di cultura e arte”.
«Perché un libro per ragazzi e adulti sulle bandiere?»
FLM: “In Italia mancava un testo che in maniera leggera aiutasse le persone, che sono interessate alle bandiere che si vedono in giro, ad affacciarsi alla disciplina della vessillologia”.
«Qual è stata la maggiore sfida nello scrivere il libro?»
RF: “Trovare il giusto compromesso tra il rigore scientifico e un linguaggio adeguato e accessibile al grande pubblico”.
Vi aspettiamo quindi tutti, lunedì prossimo, per parlare di vessilli e, perché no?, per lanciare una sfidante proposta alla cittadinanza: immaginare e disegnare una nuova bandiera per Bollate.
In allegato immagine della copertina del libro e foto con da sx: Flavio Livio Marchetto, Roberto Fanello e Valter Moro.